20/04/17

Il programma estivo nelle Frazioni



Vedere anche la pagina "ESTATE 2017"

02/04/17

Settimana Santa e Pasqua 2017

Parrocchia di Sant'Ippolito

Domenica delle Palme - 9 aprile
Ore 11,00 - Benedizione degli ulivi - Processione - Messa del "PASSIO"
ore 16,00 Benedizione dei bambini
** Messe del giorno: ore 8,30 - 11,00 - 18,00 

Giovedì Santo - 13 aprile
Ore 18,00 - Messa della "Cena del Signore"
Lavanda dei piedi a 12 ragazzi
Ore 21,00 - Adorazione Eucaristica

Venerdì Santo - 14 aprile
Astinenza dalle carni e digiuno
Ore 18,00 - Liturgia della Passione e morte del Signore: Liturgia della Parola
Adorazione della Croce - S. Comunione

Sabato Santo - 15 aprile
Ore 21,30 - Solenne Veglia Pasquale e Messa della Resurrezione
Benedizione del Fuoco - del Cero - dell'Acqua battesimale

Domenica di Pasqua - 16 aprile
Messe del giorno: 8,30 - 10,00 - 11,00 - 18,00 - 19,15

Orario Confessioni
Giovedì Santo: ore 16,30 - 19,00
Venerdì Santo: ore 10,00 - 12,00 - 16,30 - 19,00
Sabato Santo: ore 10,00 - 12,00 - 16,30 - 19,00 - 21,00 - 23,00
Pasqua: ore 8,30 - 12,00 - 17,30 - 20,00

La nostra Parrocchia preparata per la Resurrezione del Signore



foto: Carla Bompard



28/03/17

UOVA PASQUALI - Quaresima 2017

Domenica delle Palme - 9 aprile 2017
LE UOVA PASQUALI per la Quaresima di Fraternità 2017

I biglietti vincenti ancora da ritirare 

La vendita degli ultimi biglietti


Il banchetto della CARITAS

Estrazione!

Lotteria e Vetrine

UOVA IN LABORATORIO...




... E UOVA IN VETRINA






23/03/17

Il voto di San Rocco 2017

La Peste del 600 - Il voto di san Rocco (rif.)

23 marzo 2017
La Messa Votiva di metà quaresima

E' il giorno del sei Priori:
Uscenti - Roberto Glarey e Natalina Vachet
Priori - Sergio Ambrois e Franca Romanello
Vicepriori - Franco Franzini e Giovanna Gerard









Momenti della Festa alla Genzianella (foto Carla Bompard)







12/03/17

Quaresima di Fraternità 2017

L'obiettivo di quest'anno
Una zappa per le famiglie del Sud Sudan 
(da La Valsusa Giovedì 23 febbraio 2017)

La situazione

Martedì 14 febbraio l'Agence France Presse (AFP) ha pub­blicato stralci di un rapporto confidenziale interno alle Na­zioni Unite, nel quale la guer­ra in Sud Sudan è definita "una catastrofe per i civili". Quello di "catastrofe" è un termine uti­lizzato più volte nel rapporto: descrive la situazione umani­taria, il conflitto bellico in quanto tale ma anche in gene­rale le condizioni di vita dei ci­vili sudanesi in fuga massiccia da città e villaggi: "Numeri da record" si legge nel rap­porto citato da AFP, che lancia anche il rischio che possano es­sere commesse atrocità e cri­mini di massa contro l'umani­tà: "La situazione della sicu­rezza continua a peggiorare in molte regioni del paese, l'im­patto del conflitto e della vio­lenza ha raggiunto proporzioni catastrofiche" è la preoccupa­zione di Antonio Gutierres, se­gretario generale dell'ONU elet­to da poco. II suo predecesso­re alla guida dell'ONU, Ban Ki Moon, nel luglio del 2016 ave­va accusato in un'intervista a Jeune Afrique sia il Presidente del Sud Sudan Salva Kiir sia il suo rivale Riek Machar, ex-vicepresidente, dicendo che en­trambi "tradiscono la propria gente e la comunità interna­zionale [...] ci hanno deluso". Ma nonostante tutto la situa­zione si è ulteriormente aggravata, nell'immobilismo della comunità internazionale: po­chi giorni fa scrivevamo di come il Sud Sudan rischi di di­ventare "la Siria africana", una situazione che sarebbe una vergogna senza fine per l'intera struttura delle Nazioni Unite. In Sud Sudan sono presenti attualmente circa 13.000 caschi blu, ai quali tuttavia è regolar­mente impedita ogni attività e di svolgere la missione di pace da parte sia delle truppe go­vernative fedeli a Kiir sia da parte delle milizie ribelli agli or­dini di Machar: molta presenza e poca sostanza insomma, con episodi che sono in un certo senso emblematici della situa­zione generale.