10/06/17

Le Frazioni - Bollettino 2016

Carissimi,
mentre mi accingo a scrivere questa lettera che, come tradizione, apre il nostro Bollettino, sono tanti i pensieri che vorrei comunicarvi.
Abbiamo trascorso un altro anno, ritmato dagli eventi consueti nelle varie stagioni e, come accade, da altri inattesi come varie morti che ci hanno profondamente colpito.
Così vado con il pensiero alla conclusione dello scorso Bollettino, a febbraio del 2016, e rivivo gli avvenimenti dell’inverno con il catechismo che vede i nostri ragazzi ogni settimana all’appuntamento con le lezioni e le celebrazioni dell’anno come la recita di Natale che li vedono protagonisti.
Ringrazio anche da queste colonne le catechiste che hanno dato il loro valido contributo con perseveranza e sacrificio – Laura Genta Silvestro, Adriana Ugetti, Cristina Mainardi – e così pure le mamme che seguono i figli anche con la presenza ai vari incontri. Una bella realizzazione è stata la Messa del sabato sera a Les Arnauds a cui partecipano gli alunni animando la celebrazione con i loro canti.
Nella bella stagione abbiamo poi celebrato le feste della varie Cappelle disseminate sui monti (e nelle quattro parrocchie sono tante!), momenti di fede e anche di festa sempre ben partecipate.
Il 16 luglio per la festa del Tabor non si è trovato un sacerdote disponibile (siamo pochi e anziani!) e grazie al diacono Giorgio si è potuto avere un momento di preghiera, fuori della Cappella, sempre più disastrata... Quello della Cappella del Tabor è il problema materiale più grave e urgente del momento: stiamo lavorando per salvare la Cappella, la sua storia, la tradizione dei nostri paesi. I tempi del Bollettino non permettono di aggiornarvi sull’argomento, ma faremo sapere le decisioni adottate in merito.
Altro problema che si trascina ormai da anni è la casa parrocchiale di Les Arnauds: in questo momento posso dirvi che siamo vicini, finalmente, ad una soluzione positiva.
Rochemolles possiamo dire che è rinata a nuova vita grazie all’impegno di tante persone generose e le cronache danno chiara testimonianza.
A Rochemolles abbiamo restaurato il campanile, con il rifacimento del tetto e il risanamento delle pareti. Altri lavori saranno necessari perché la bella e ammirata chiesa sia sempre più accogliente per noi e i tanti forestieri che la visitano nell’estate.
Ringrazio anche da queste colonne l’Amministrazione Comunale che ci ha aiutato nelle spese di questi lavori con un consistente contributo.
Così andiamo avanti, giorno dopo giorno, mentre il Parroco si fa sempre più anziano...
Ringrazio Dio per quello che ancora mi concede di fare e rinnovo la volontà di andare avanti, certo con qualche attività ridotta, ringrazio nelle varie parrocchie le persone che danno il loro aiuto positivo, sarà ancora più necessario nel domani ormai prossimo.
Così concludo, assicurandovi la mia preghiera e il mio affetto.
don Paolo

RINGRAZIAMENTO
Anche dalle colonne di questo Bollettino don Paolo sente il dovere di ringraziare per i festeggiamenti in occasione del 60º anniversario della sua Ordinazione Sacerdotale. In particolare Don Franco Tonda, il Sindaco Francesco Avato, le Autorità e Associazioni che sono intervenute, le catechiste e tutte le popolazioni delle quattro parrocchie.

Questo mi fa sentire di dovermi impegnare con le forze che mi restano nel vostro servizio, fino a quando il Signore vorrà.